• Iscriviti via Feed RSS
  • Pagina Facebook di Bambini e Vacanze
  • Bambini e Vacanze su Twitter
  • Bambini e Vacanze su Google Plus
  • Bambini e Vacanze su Pinterest
  • Bambini e Vacanze YouTube

Quando e Come Far Fare i Compiti delle Vacanze Estive

Quando e Come Far Fare i Compiti delle Vacanze Estive

Capire quando e come far fare i compiti delle vacanze estive ai nostri bambini non è affatto semplice. Quale mamma o papà non si è trovato in difficoltà di fronte alle proteste dei figli? “Basta compiti per le vacanze!”

Compiti sì o compiti no? Qualunque sia l’idea, di fatto, se le maestre li hanno dati i compiti devono essere svolti.

Come fare, allora, per rendere questo momento costruttivo e, tutto sommato, divertente? Come aiutare i nostri figli ad affrontare l’impegno? E' possibile fare i compiti velocemente? Ho raccolto per voi alcuni consigli. Vorrei cominciare con un bel video di SOS Tata sul momento dei compiti.



COME FAR FARE I COMPITI

Inizia da te. Ricorda che i bambini possono convincersi della bontà di una cosa se ne siamo convinti anche noi… Se ci vedranno sbuffare e poi mollare, troveranno il momento dei compiti tutto sommato una cattiveria inutile e quasi dannosa. Prima regola, dunque: stare calmi.

E se chiede: “Perché devo fare i compiti? Non sono in vacanza?” Tu rispondi che la vacanza, proprio perché si è più rilassati, è un ottimo momento per consolidare le cose imparate durante l’anno!

Risveglia il suo interesse. Sicuramente l’idea di farlo ripetendo le stesse modalità scolastiche può essere poco invogliante. Pensa quindi ad attività improntate sul gioco che lo obblighino a recuperare o a consolidare quello che ha imparato durante l’anno.

Non vuole fare le operazioni?
Lasciagli fare qualche piccolo acquisto (frutta, verdure, gelati, giochi) e chiedigli di controllare il resto. Per verificare, poi, ripetete l’operazione su carta. Scoprirà così che quello che studia è anche utile :-)

Trova noioso scrivere? Dopo una giornata entusiasmante chiedigli di scrivere una piccola lettera per la nonna, l’amico o per chiunque abbia voglia. Ottime anche le cartoline: lascia che ne spedisca una anche al proprio indirizzo! Spiegagli poi che svolgere i compiti di italiano lo aiuterà a scrivere lettere e cartoline sempre più belle.

QUANDO FARE I COMPITI

Organizzate insieme spazi e tempi. Cosa vuol dire? Anche in vacanza è opportuno che chi fa i compiti sia messo in condizione di farli: serve uno spazio tranquillo e appartato che favorisca la concentrazione.

Quando? Fai scegliere a tuo figlio un momento della giornata - ciascuno ha il suo, inutile imporlo - in cui si impegni a svolgere per un tempo ragionevole i compiti, partendo dalla materia che preferisce. Mezz’ora, oppure un’ora con una pausa di 10 minuti.

Non essere rigida e chiudi un occhio se un paio di volte a settimana i compiti “saltano”. Prevedi poi delle settimane di riposo totale, essenziali perché la mente si riposi davvero. Favorisci piuttosto quelle attività stimolanti che tuo figlio spontaneamente ama: cruciverba, costruzioni, progettazione di castelli in riva al mare o di casette nel bosco, costruzione di aquiloni, lavoretti creativi, visite a mostre, musei, oasi naturali…

E... se le vacanze stanno per finire e rimangono da fare più compiti del previsto?
Intensificare non farà stancare troppo il bambino proprio poco prima che torni sui banchi? Nessun problema: un ritmo più sostenuto lo aiuterà a rientrare nella routine scolastica. Parola di PianetaMamma.

E tu? Hai qualche consiglio da condividere? Scrivimelo qui sotto!


Copyright: Quando e Come Far Fare i Compiti delle Vacanze Estive di Bambini e Vacanze
Photocredit: Tony Crider


Commenti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

I post più letti