• Iscriviti via Feed RSS
  • Pagina Facebook di Bambini e Vacanze
  • Bambini e Vacanze su Twitter
  • Bambini e Vacanze su Google Plus
  • Bambini e Vacanze su Pinterest
  • Bambini e Vacanze YouTube

La Volpe e l'Uva: Favola da Leggere, Ascoltare e Scaricare

La Volpe e l'Uva: Favola da Leggere, Ascoltare e Scaricare

Diventata oggi proverbio, ecco la Favola de La Volpe e l'Uva da leggere, ascoltare e scaricare.

La favola de La Volpe e l’Uva di chi è? Se ti chiedi chi l’ha scritta, se è di Fedro o Esopo, ecco la storia.

Il testo della fiaba è di Esopo. In seguito, Fedro ha ripreso la versione in greco riscrivendo una traduzione in latino. Qual è la morale della favola de La Volpe e l’Uva? Ecco la spiegazione: quando la volpe si accorge che non può avere l’uva perché è irraggiungibile, la disprezza a parole e dice che è acerba.

La celebre novella de La Volpe e l’Uva è stata riproposta in rima da Jean de La Fontaine, ha dato il titolo al libro di Roberto Gervaso del 1989 ed è stata ripresa da Gianni Rodari. Qui c’è una versione moderna della favola de La Volpe e l’Uva per bambini, in cui i personaggi sono interpretati con voci diverse da Brucalara.

Puoi ascoltare la favola de La Volpe e l'Uva cliccando sul tasto "Play" qui sotto e leggere il testo della storia scorrendo la pagina. Infine, puoi scaricare la favola audio in MP3 per ascoltarla quando più ti piace cliccando sul tasto "Download" qui sotto o iscrivendoti gratuitamente al Podcast di Favole Sonore su iTunes.

Non perdere le altre favole sonore: la romantica Biancaneve e i Sette Nani, l'avventurosa Cappuccetto Rosso, la favola senza tempo de Il Lupo e l'Agnello e la simpatica favola de I Tre Porcellini.





LA VOLPE E L'UVA: TESTO


Una Volpe, mentre faceva la sua passeggiata, sentì:

“Grooowwww”.

Era la sua pancia che brontolava dalla fame. Ma proprio in quel momento avvistò un bel grappolo d’Uva con gli acini che parevano pepite d'oro che pendeva da un’alta vigna.

Allora la Volpe esclamò:

“Ho già l’acquolina in bocca!”

E pensò:

“Ora salto quassù e lo mangio!”

La Volpe fece un bel salto in alto, ma il grappolo d’Uva era più su e non arrivò a prenderlo.

La Volpe allora saltò ancora e ancora, ma non riuscì neanche a toccare i chicchi d’Uva.

Così la Volpe disse tra sé e sé:

“Quest’Uva non è ancora matura e io non la voglio acerba” e se ne andò.

Morale della favola:

E’ facile disprezzare
quel che non si può afferrare.


Copyright: La Volpe e l'Uva: Favola da Leggere, Ascoltare e ScaricareBambini e Vacanze
Photocredit: Peter G Trimming


Commenti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

I post più letti